martedì 11 ottobre 2016

Incontro su Psicologia della Mafia apre il Festival 2016

Oggi, nella prima Giornata Nazionale della Psicologia, le organizzatrici del Festival della Psicologia di Bollate sono liete di dichiarare come grazie alla partecipazione di circa 90 persone e ad Ospiti attenti e preparati, l’apertura di questa quarta edizione dedicata alla Pace, sia andata anche oltre le aspettative, in questo articolato percorso per la diffusione della psicologia sul territorio.


La partecipazione dei cittadini è stata significativa soprattutto per domande curiose e puntuali poste al prof. Antonino Giorgi e al dr. Gian Antonio Girelli, che ha aperto il pomeriggio con il suo intervento. Diversi partecipanti hanno sottolineato agli organizzatori come l’evento si sia rivelato particolarmente sorprendente: i contenuti sono andati oltre ad un’idea di mafia astratta, il prof. Giorgi è stato infatti in grado di parlare degli uomini e degli aspetti concreti che la psicologia mafiosa ha sulle azioni di questi. Il dr. Gian Antonio Girelli, Presidente della commissione Antimafia della Lombardia, e il Prof. Antonino Giorgi , Psicologo Psicoterapeuta e Vittimologo, per ben due ore sono stati interlocutori interessanti con interventi qualitativamente nuovi ed elevati: gli organizzatori sono grati della loro partecipazione disponibile e generosa.

Erano presenti a questo pomeriggio di apertura l’Assessore alla Cultura e alla Pace Lucia Albrizio, che ha partecipato anche al dibattito: grazie all’Assessore e al patrocinio ricevuto la manifestazione è stata accolta a Palazzo Seccoborella presso la Biblioteca Comunale.

Era inoltre presente il vice Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia dr. Luca Mazzucchelli. Sabato i partecipanti hanno potuto visionare e portare con sé anche le numerose cartoline in mostra stampate dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia e che rappresentavano gli stereotipi più comuni sullo psicologo e le nuove dieci cartoline a fumetti che rappresentano i «temi caldi» della psicologia di oggi illustrate da nomi d’eccezione, come Makkox e Bruno Bozzetto.

Le organizzatrici della manifestazione, dr.ssa Lara Franzoni e dr.ssa Guendalina Losi nel ringraziare la disponibilità dell’Ufficio Cultura del Comune di Bollate, i bibliotecari, lo sponsor Progettazione di Pedrengo e l’impegno gratuito di tutti i relatori, ricordano il prossimo appuntamento: sabato 15 alle ore 15 presso l’Università della terza età di Arese. Si terrà infatti il secondo dei sette incontri in programma, dal titolo “L’autismo non è contagioso! Miti e leggende da sfatare sul disturbo dello spettro autistico” . Non mancate!

Nessun commento:

Posta un commento